IL NOSTRO STUDIO E' SPECIALIZZATO NELLE SEGUENTI TEMATICHE:
- PROBLEMATICHE FISCALI TRA ITALIA E STATI UNITI
- DICHIARAZIONI DEI REDDITI AMERICANE: TAX RETURN E MODELLI FBAR
- SANATORIE FATCA: STREAMLINED FOREIGN OFFSHORE PROCEDURE, RELIEF PROCEDURE E DELINQUENT FBAR
- TRUST AMERICANI CON BENEFICIARI ITALIANI
- CITTADINI USA CHE SI TRASFERISCONO IN ITALIA MANTENENDO I LORO INVESTIMENTI NEGLI USA
- INVESTIRE IN AMERICA: COME APRIRE STABILI ORGANIZZAZIONI E SOCIETA' NEGLI USA
- SUCCESSIONI ITALO-AMERICANE: PROCEDURA E TASSAZIONE IN USA ED IN ITALIA
- PROBLEMATICHE PREVIDENZIALI TRA ITALIA E AMERICA
- PENSIONI ITALO-AMERICANE: IN CHE PAESE VANNO DICHIARATE
- FLAT TAX AL 7% PER I PENSIONATI AMERICANI CHE RIENTRANO IN ITALIA
- DIVORZI ITALO-AMERICANI: PROBLEMATICHE GIURIDICHE E FISCALI
- IMMOBILI VENDUTI IN ITALIA DA CITTADINI AMERICANI: IL PROBLEMA DELLA TASSAZIONE USA

28 settembre 2020

Scade il 15 Ottobre la registrazione per ricevere l'Assegno di Sussidio da parte di coloro che non hanno presentato la dichiarazione dei redditi USA

Con il presente articolo ricordiamo che si sta approssimando la scadenza, prevista per il giorno 15 Ottobre 2020, della registrazione presso il sito dell'IRS da parte di coloro che non hanno presentato una dichiarazione dei redditi Americana per l'anno 2018 o 2019 (cosiddetti non-filers) ma che rientrano nelle condizioni per l'ottenimento dell'Assegno di Sussidio, altresì detto Economic Impact Payment (EIP).


Abbiamo già trattato il caso all'interno di uno dei nostri articoli precedenti (vedasi il seguente link), cui rimandiamo per le informazioni di base.
La notizia è di rilevanza attuale non solo per l'approssimarsi della scadenza, ma anche per il fatto che l'IRS sta inviando 9 milioni di lettere (denominate IRS Notice 1444-A) ai non-filers sollecitando la loro registrazione all'apposito sito dell'IRS entro il 15 Ottobre in modo da poter correttamente ricevere l'Assegno di Sussidio qualora ne ricorrano le  condizioni.
Ricordiamo che il sito per fare le registrazioni per i non-filers è il seguente:


E' importante ora chiarire che non tutti i non-filers hanno diritto a ricevere l'Assegno di Sussidio. Vediamo perché analizzando 4 casi.

CASO 1: NON-FILER CHE NON HA REDDITO E NON E' A CARICO.
Il primo caso che analizziamo è il caso classico, cioè quello del soggetto che ha un valido Social Security Number ma che non ha fatto la Dichiarazione dei Redditi in quanto non ha alcun reddito.
Se il soggetto che non ha reddito è ad esempio un figlio che sta studiando, allora con tutta probabilità lo stesso è stato considerato tra i dependents nella Tax Return di uno dei genitori, e pertanto non ha diritto ad ottenere l'Assegno di Sussidio: i suoi genitori, infatti, hanno ottenuto un Assegno di Sussidio più alto proprio in virtù del numero di dependents a carico dichiarati nella Tax Return.
Se, per contro, il soggetto non ha alcun reddito e non è dependent di nessun altro, allora, qualora siano rispettate tutte le altre condizioni indicate nel nostro articolo di cui sopra, siamo di fronte effettivamente ad un non-filer che ha diritto all'Assegno di Sussidio e che entro il 15 Ottobre 2020 deve registrarsi nell'apposito tool previsto dall'IRS.

CASO 2: NON-FILER CHE HA RINUNCIATO ALLA CITTADINANZA AMERICANA.
Questo secondo caso è stato discusso in un nostro specifico articolo, cui rimandiamo, vedasi il seguente link
E' evidente che un soggetto che abbia rinunciato alla Cittadinanza Americana non ha più diritto a ricevere l'Assegno di Sussidio e qualora l'abbia ricevuto è tenuto a non incassarlo.

CASO 3: NON-FILER PENSIONATI ESTERI CHE PERCEPISCONO SOLO UNA PENSIONE AMERICANA MA CHE NON SONO OBBLIGATI A DICHIARARLA IN AMERICA PER CONVENZIONE.
Il caso è il seguente: immaginiamo un soggetto dotato di Cittadinanza Americana e di Cittadinanza Italiana che sia residente in Italia. Costui percepisce solo la pensione Americana e nessun altro reddito; egli non è tenuto alla compilazione del modello FBAR o, se tenuto, vi ha regolarmente adempiuto. Come sappiamo (vedasi il seguente link), in un siffatto caso la Convenzione tra Italia e Stati Uniti prevede che la pensione Americana di un double citizen sia da tassarsi solo nel Paese di residenza, cioè l'Italia. Pertanto qui siamo in una situazione in cui c'è esonero dall'obbligo di presentazione della Tax Return Americana, non essendoci altri redditi al di fuori della pensione Americana. In un caso del genere, il soggetto sta rispettando pienamente la normativa e, qualora le ulteriori condizioni di reddito siano soddisfatte, è senz'altro il caso di fare la registrazione all'apposito tool previsto dall'IRS ci cui si è detto sopra per poter ottenere l'Assegno di Sussidio.

CASO 4: NON-FILER CHE HA NON HA PRESENTATO LA TAX RETURN AMERICANA PUR DOVENDOLO FARE.
Questo caso è un caso significativo e di particolare interesse: riguarda i soggetti che non hanno adempiuto alla loro obbligazione fiscale verso gli Stati Uniti pur essendovi obbligati. Si tratta, dunque, di un caso molto diverso dal Caso 1, in cui  invece il soggetto non aveva presentato la Dichiarazione Americana per mancanza di redditi. 
Qui è necessario capire che il soggetto in questione non deve registrarsi al sito dell'IRS dedicato ai non-filers: egli infatti per ottenere l'Assegno dovrà presentare regolarmente la Tax Return per il 2019 entro il 15 Ottobre 2020, pena la perdita del diritto alla percezione dell'Assegno.
A questo punto è necessario aprire una importante parentesi e distinguere due sottocasi:

CASO 4A: NON-FILER CHE HANNO DIMENTICATO UNA SOLA TAX RETURN.
Qui la cosa è relativamente semplice, dato che l'unica cosa da fare è presentare entro il 15 Ottobre 2020 la Tax Return per l'anno 2019.

CASO 4B: NON-FILER CHE HANNO DIMENTICATO DIVERSI ADEMPIMENTI FISCALI.
Questo caso è più complesso e spesso coinvolge Cittadini Americani residenti in Italia; vediamo di chiarirlo con due sotto-esempi.
Cosa succede se ad esempio il soggetto in questione non ha mai presentato nessuna dichiarazione in America? Egli ha diritto o no all'Assegno di Sussidio?
La risposta è che il soggetto, se rispetta le condizioni di reddito  previste, ha diritto ad ottenere l'Assegno, però prima deve presentare la Sanatoria Streamlined Foreign Offshore Procedure, che sana la sua intera posizione.
Non è assolutamente suggeribile presentare una Tax Return 2019 senza aver sanato l'intera propria situazione con la Sanatoria, dato che ciò è illegale e causerebbe molti più problemi del potenziale vantaggio di ricevere l'Assegno di Sussidio.
A parere di chi scrive, è altresì da ritenere che la Sanatoria sia da presentarsi anch'essa entro il termine del 15 Ottobre 2020, dato che parrebbe che l'IRS non sia intenzionato a considerare il late filing come condizione valida per ottenere l'Assegno.
Il secondo esempio è quello del soggetto di cui al Caso 3, che però si sia dimenticato di compilare il modello FBAR per uno o più anni. Un tale soggetto può registrarsi all'IRS pur non essendo perfettamente in regola con la normativa fiscale Americana a causa della mancata compilazione del modello FBAR?
A parere nostro è senz'altro da evitare la registrazione al sito dell'IRS con conseguente richiesta dell'Assegno in un tale caso, a meno che il soggetto non abbia già deciso di sanare completamente la sua posizione fiscale compilando il modello FBAR o i modelli FBAR mancanti nel più breve tempo possibile. Qui, a nostro avviso, non è necessario sanare la posizione degli FBAR entro il 15 Ottobre, dato che FBAR e Tax Return sono due adempimenti indipendenti: si può anche sanare tutti gli FBAR dopo il 15 Ottobre. Ciò che è importante è che la posizione sia sanata completamente in un lasso di tempo sufficientemente breve, in modo che la registrazione come non-filer si colleghi ad una posizione perfettamente legale in un tempo ridotto.

Ci poniamo ora una domanda ulteriore: cosa succede se un Cittadino Americano residente in Italia dovesse ricevere in qualità di non-filer la lettera dell'IRS con cui è sollecitato a registrarsi al sito o a presentare la Tax Return entro il 15 Ottobre pur non avendo lui mai adempiuto a nessun obbligo fiscale Americano?
La questione è che l'arrivo della lettera indicherebbe che l'IRS è a conoscenza del fatto che il soggetto è residente in Italia e sa anche che non ha mai fatto alcuna dichiarazione dei redditi.
Al di là del fatto che non ci sono i tempi per poter fare una Sanatoria entro il 15 Ottobre in modo da ottenere l'Assegno, di fatto se un'evenienza del genere si verificasse è senz'altro fortemente consigliato prendere in considerazione l'idea di  presentare la Sanatoria in breve tempo, onde evitare le sanzioni relative. 
In qualche maniera questo fatto sarebbe infatti un neanche tanto celato warning a regolarizzare la propria posizione, dato che l'IRS dimostrerebbe di sapere l'indirizzo  del soggetto e ciò significa che è sicuramente a conoscenza anche di tutti gli altri dati finanziari e bancari che gli sono stati comunicati dalle Banche Italiana nel rispetto della normativa FATCA.

Enrico Povolo