IL NOSTRO STUDIO E' SPECIALIZZATO NELLE SEGUENTI TEMATICHE:
- PROBLEMATICHE FISCALI TRA ITALIA E STATI UNITI
- DICHIARAZIONI DEI REDDITI AMERICANE: TAX RETURN E MODELLI FBAR
- SANATORIE FATCA: STREAMLINED FOREIGN OFFSHORE PROCEDURE E DELINQUENT FBAR
- TRUST AMERICANI CON BENEFICIARI ITALIANI
- CITTADINI USA CHE SI TRASFERISCONO IN ITALIA MANTENENDO I LORO INVESTIMENTI NEGLI USA
- INVESTIRE IN AMERICA: COME APRIRE STABILI ORGANIZZAZIONI E SOCIETA' NEGLI USA
- SUCCESSIONI ITALO-AMERICANE: PROCEDURA E TASSAZIONE IN USA ED IN ITALIA
- PROBLEMATICHE PREVIDENZIALI TRA ITALIA E AMERICA
- PENSIONI ITALO-AMERICANE: IN CHE PAESE VANNO DICHIARATE
- FLAT TAX AL 7% PER I PENSIONATI AMERICANI CHE RIENTRANO IN ITALIA
- DIVORZI ITALO-AMERICANI: PROBLEMATICHE GIURIDICHE E FISCALI
- IMMOBILI VENDUTI IN ITALIA DA CITTADINI AMERICANI: IL PROBLEMA DELLA TASSAZIONE USA

8 marzo 2015

Il Social Security Number e le scadenze per la Dichiarazione dei Redditi Americana 2015

Come è stato già detto nei precedenti post, uno degli effetti che il Cittadino Americano si trova ad affrontare con la normativa FATCA è l'opportunità (o l'obbligo) di presentare la sanatoria Streamlined Offshore Procedure nonché la Dichiarazione dei Redditi Americana per il 2014.
Prima di addentrarsi nelle problematiche operative di quesi temi, è bene rispondere preliminarmente ad una domanda che ci viene rivolta di frequente e cioè se un Commercialista Italiano può adempiere direttamente alla Streamlined Offshore Procedure e/o alla presentazione della Dichiarazione dei Redditi Americane. 
La risposta ad entrambe queste domande è negativa: un Commercialista Italiano non può redigere nè spedire Dichiarazioni Americane, dato che questi adempimenti richiedono la consulenza di un Consulente Americano (CPA, Certified Public Accountant): è di loro competenze esclusiva, infatti, la redazione e presentazione delle Dichiarazioni Americane.

L'articolazione del lavoro, per altro, richiede un lavoro di squadra tra consulenti, anche in relazione alla problematica delle scadenze (deadlines) connesse con questi adempimenti.
Vediamo il timetable dei vari adempimenti che il nostro Studio propone per il caso di un cliente Cittadino Americano, avente reddito e patrimonio solo in Italia, che ha bisogno di presentare sia la SOP (Streamlined Offshore Procedure) sia la Tax Return Americana per il 2015.
Cominciamo con la Tax Return.
La Tax Return Americana per il 2014 ha come scadenza di presentazione il 15 Aprile 2015. Per i soggetti che non vivono negli USA ma all'estero, è però ammessa una presentazione delle Dichiarazioni entro il 15 Giugno 2015.
Questo è il timetable proposto al nostro cliente:
- presentare quanto prima la Dichiarazione dei Redditi Italiana per il 2014 e pagare le relative imposte, anche prima della scadenza se necessario, dato che per l'eventuale scomputo del credito d'imposta italiano dalle imposte americane è possibile solo se le imposte italiane sono pagate a titolo definitivo (ciò significa che i saldi d'imposta siano già pagati e non ci siano richieste di rimborso in atto). Per Dichiarazione dei Redditi si intende, ovviamente, a seconda dei casi il modello UNICO, o il modello 730, oppure il modello CU (l'ex CUD).
- fare avere al nostro Studio la Dichiarazione dei Redditi per il 2014 con la relativa documentazione entro i primi giorni di Maggio del 2015. Con questo passaggio si apre quella fase di lavoro consistente nella "trasformazione" dei dati fiscali Italiani in dati fiscali intelleggibili dal Consulente Americano. Questa fase è necessaria per collegare tecnicamente le fattispecie di reddito Italiane a quelle Americane.
- entro il 15 Maggio 2015 il nostro Studio spedisce i dati così elaborati allo Studio Americano con cui siamo convenzionati: ha così inizio la fase di redazione vera e propria della Dichiarazione Americana, che termina con la spedizione della stessa entro il termine del 15 Giugno 2015.
Veniamo ora alla Streamlined Offshore Procedure.
La SOP non ha una vera e propria scadenza di presentazione, e l'assenza di un termine è da considerarsi connaturata col fatto che l'IRS si aspetta una adesione "elevata" e crescente in base alla presa di coscienza dei Cittadini Americani residenti all'estero dei loro adempimenti.
Però è anche vero che esiste un legame tra le date di presentazione della SOP e della Tax Return 2015: se un Cittadino Americano presenta una Tax Return in America e prima non l'aveva mai fatto, evidentemente può far sorgere all'IRS qualche dubbio sul perchè non abbia presentato alcuna dichiarazione per gli anni precedenti. E' pertanto "consigliabile" che la presentazione della Tax Return 2015 e della SOP siano abbastanza vicine temporalmente, in modo da ridurre al minimo il rischio di subire un audit prima che venga presentata la SOP. E' infatti da tenere a mente che l'apertura di una procedura di auditing da parte dell'IRS renderebbe non praticabile la strada della Streamlined Offshore Procedure.
Il nostro Studio richiede al Cliente in tal senso un timetable piuttosto semplice, dato che entro il 15 Aprile 2015 sarebbe bene avere le Dichiarazioni dei Redditi relative agli anni 2013, 2012 e 2011, nonchè i dati per l'FBAR dagli anni 2008 al 2013 compresi.
Il Social Security Number.
Vediamo ora, invece, un aspetto formale: uno dei dati necessari per poter presentare una Dichiarazione dei Redditi in America è il Social Security Number (SSN). Il Social Security Number è attribuito alla nascita ad ogni Cittadino Americano e corrisponde, a grandi linee, al Codice Fiscale Italiano. 
Per varie ragioni, alcuni Cittadini Americani che devono affrontare le problematiche emergenti dal FATCA non sono in possesso del Social Security Number. La cosa da fare, in questo caso, è senz'altro quella di chiedere quanto prima il SSN al Consolato di competenza.
Per fare ciò, è richiesta la prova di essere Cittadini Americani, e ciò comporta che ci si deve presentare in Consolato con un Passaporto Americano valido. Se il Passaporto è scaduto, nell'appuntamento per il rinnovo del Passaporto sarebbe opportuno chiedere contemporaneamente anche il rilascio del Social Security Number.
E' fortemente consigliato richiedere quanto prima il SSN al proprio Consolato o Ambasciata di competenza, dato che il numero di soggetti che sta prendendo appuntamento presso le stesse (per riunciare alla Cittadinanza, per chiedere informazioni ecc.) è in forte crescita ed i Consolati Americano sono oberati di appuntamenti