IL NOSTRO STUDIO E' SPECIALIZZATO NELLE SEGUENTI TEMATICHE:
- PROBLEMATICHE FISCALI TRA ITALIA E STATI UNITI
- DICHIARAZIONI DEI REDDITI AMERICANE: TAX RETURN E MODELLI FBAR
- SANATORIE FATCA: STREAMLINED FOREIGN OFFSHORE PROCEDURE, RELIEF PROCEDURE E DELINQUENT FBAR
- TRUST AMERICANI CON BENEFICIARI ITALIANI
- CITTADINI USA CHE SI TRASFERISCONO IN ITALIA MANTENENDO I LORO INVESTIMENTI NEGLI USA
- INVESTIRE IN AMERICA: COME APRIRE STABILI ORGANIZZAZIONI E SOCIETA' NEGLI USA
- SUCCESSIONI ITALO-AMERICANE: PROCEDURA E TASSAZIONE IN USA ED IN ITALIA
- PROBLEMATICHE PREVIDENZIALI TRA ITALIA E AMERICA
- PENSIONI ITALO-AMERICANE: IN CHE PAESE VANNO DICHIARATE
- FLAT TAX AL 7% PER I PENSIONATI AMERICANI CHE RIENTRANO IN ITALIA
- DIVORZI ITALO-AMERICANI: PROBLEMATICHE GIURIDICHE E FISCALI
- IMMOBILI VENDUTI IN ITALIA DA CITTADINI AMERICANI: IL PROBLEMA DELLA TASSAZIONE USA

6 aprile 2020

Ecco come l'America dà liquidità alle sue imprese: Economic Injury Disaster Loan (EIDL) e Paycheck Protection Program (PPP)

In questo articolo ci poniamo l'obiettivo di descrivere il modo con cui l'America ha deciso di intervenire con una massiccia ed immediata iniezione di liquidità nei confronti delle piccole e medie imprese che sono state colpite dalla crisi per l'emergenza Coronavirus. I due strumenti utilizzati sono:
1) L'Economic Injury Disaster Loan (EIDL);
2) Il Paycheck Protection Program (PPP).
Vediamoli nel dettaglio.


Gli obiettivi strategici di questi due programmi sono quelli di dare liquidità alle imprese Americane:

- in misura abbondante;
- in tempi ridotti;
- con una sostanziale remissione del debito a breve, purché si mantengano i livelli occupazionali, nel caso del PPP Program;
- con un rientro fino a 30 anni del debito a medio-lungo termine nel caso dell'EIDL Program;
- ampliando al massimo la platea dei beneficiari in modo da dare liquidità non a singoli settori, ma a tutto il sistema nella sua capillarità. 

Partiamo proprio da quest'ultimo punto: la platea delle imprese potenzialmente interessate da questi programmi è veramente molto estesa, dato che coinvolge tutte le imprese di diritto Americano che hanno fino a 500 dipendenti.
Essa si estende, però, anche a:
sole proprietorship (imprese individuali) senza dipendenti;
self-employed person (lavoratori autonomi) senza dipendenti;
- organizzazioni non-profit aventi certe caratteristiche.

Paycheck Protection Program (PPP).

Il Paycheck Protection Program si focalizza sul fornire in brevissimo tempo risorse liquide per sostenere il costo dei dipendenti da parte delle imprese.
L'obiettivo è quello di evitare che le imprese licenzino in quanto non riescono più a produrre ed ad avere le risorse liquide per sostenere i costi fissi dei dipendenti.

Le principali caratteristiche di questo programma sono le seguenti:

a) Il piano si pone l'obiettivo di coprire tutti i seguenti costi:
- il costo dei dipendenti,
- gli affitti,
- gli interessi dei mutui ipotecari,
- le utilities (cioè le utenze),
per un periodo di 8 settimane dal momento dell'ottenimento del mutuo stesso.

b) Il valore massimo del prestito è di 10 milioni di dollari e l'ammontare del prestito concesso è pari al 250% del costo medio mensile del personale della società applicante. Pertanto, se, ad esempio, il costo medio mensile del personale di una data azienda è pari a 100.000 dollari, questa potrà ottenere fino a 250.000 dollari di Paycheck Protection Program, dei quali almeno il 75% (pari a 187.500 dollari) dovrà essere utilizzata per i costi dei dipendenti, mentre solo il 25% (pari a 62.500 dollari) potrà essere speso per  i costi degli affitti, degli interessi dei mutui ipotecari e delle utilities.

c) Il tasso d'interesse è fisso all'1%. In più, per i primi 6 mesi, gli interessi sono differiti e nemmeno calcolati.

d) La durata del prestito è di 24 mesi, nel senso che la restituzione inizia a partire dal secondo anno dal momento della richiesta.

e) ATTENZIONE PERO': IL DEBITO E' COMPLETAMENTE RIMESSO QUALORA L'AZIENDA MANTENGA I LIVELLI OCCUPAZIONALI PRE-CRISI AL 30 GIUGNO 2020.
Nel caso in cui l'azienda licenzi una determinata percentuale di dipendenti (poniamo il 30%) il debito dovrà essere ripagato per questa percentuale (30%) e sarà conseguentemente rimesso per il restante 70%.

f) Come già detto, possono accedervi tutte le imprese con 500 o meno dipendenti, comprese le imprese individuali e le self-employed persons.

g) Il costo del personale è comprensivo delle ritenute fiscali e previdenziali ma ha la caratteristica che non può superare i 100.000 dollari annui di costo per dipendente: ciò significa che se un'azienda ha 9 dipendenti con uno stipendio medio di 85.000 dollari ed un dirigente con uno stipendio di 230.000 dollari, il conteggio del costo medio mensile dei dipendenti agevolabile ai fini del PPP Program si farà in questo modo:

85.000 x 9 + 100.000 = 865.000 dollari.

Ciò significa che questa società potrà chiedere un finanziamento pari a:
865.000 x 2,5 = 2.162.500 dollari che vanno a coprire i costi del personale per almeno il 75%, e cioè per almeno 1.621.875 dollari.
Nella sostanza la società pagherà ai dipendenti le due mensilità agevolate all'interno delle 8 settimane per un importo di: 865.000 x 2 = 1.730.000 dollari, coprendo per intero gli stipendi dei lavoratori aventi reddito inferiore e coprendo "solo" fino a 100.000 dollari lo stipendio del dirigente.
Ciò comporta anche la "convenienza" da parte delle imprese di licenziare i quadri ed i dirigenti aventi stipendi elevati o a ridurre in maniera molto sensibile i loro emolumenti.


h) E' senz'altro consigliato tenere una contabilità separata per questi costi, in modo da poterne poi rendere conto velocemente in fase di controllo per la remissione del debito.

i) E' importante anche far notare che il PPP Program, nella sua natura di debito che potenzialmente si può rimettere al 100% comporta anche una neutralità dal punto di vista contabile ed economico. Infatti a fronte dei costi  fissi sostenuti dalle società, c'è una sopravvenienza attiva di pari importo derivante dalla remissione del debito.


Economic Injury Disaster Loan Program (EIDL).

L'Economic Injury Disaster Loan Program ha lo scopo di fornire in brevissimo tempo risorse liquide sotto forma di prestiti alle piccole imprese per l'operatività di medio periodo.
Pertanto, mentre il PPP Program è un aiuto immediato per riuscire a contenere i costi fissi ed evitare, da un lato licenziamenti in massa e, dall'altro, conti economici con perdite molto pesanti, il Programma EIDL ha la caratteristica di fornire liquidità a medio-lungo termine per far ripartire la società nella fase 2, cioè nella fase di uscita dal lockdown. 

Le principali caratteristiche di questo programma sono le seguenti:

a) E' un programma in due steps: il primo comporta una applicazione on-line (a questo link) che porta ad un anticipo sul prestito di 10.000 dollari entro tre giorni dall'invio della richiesta. Questo anticipo NON deve essere restituito, nemmeno se il prestito richiesto NON è stato accordato.

b) Il prestito prevede un importo massimo di 2 milioni di dollari, con dei tassi che non superano il 3,75%. Per i primi 12 mesi, gli interessi sono differiti e non calcolati.

c) Il prestito sarà restituito, in base alla capacità di ripagarlo, in scadenze anche molto lunghe, che vanno dai 5, 7, 10 e fino ai 30 anni.

d) Possono accedervi tutte le imprese con 500 o meno dipendenti, nonché le imprese individuali e le self-employed persons.

e) E' possibile sia richiesta una garanzia personale solo per prestiti superiori a 200.000 dollari.

f) Il prestito sarà rimesso solo per l'anticipo sul prestito di 10.000 dollari, di cui al primo step. Per il resto il prestito dovrà essere ripagato. 

Enrico Povolo